La semiotica dell’arte visiva

La fotografia (dal greco phos – foto e graphis – grafia, letteralmente scrivere con la luce), come ogni altra forma di comunicazione, è un linguaggio composto di segni i quali devono essere letti come qualsiasi altro linguaggio scritto. La lettura di una fotografia è decisamente più complessa della lettura di uno scritto data la sua interpretabilità soggettiva derivante dal diverso bagaglio Continua a leggere …

Fotografare in bianco e nero in un mondo a colori

Gli albori della fotografia sono stati in bianco e nero, o per lo meno monocromatici. Dalle litografie del 1816, ai primi dagherrotipi del 1840, scoperta della sensibilizzazione cromatica del 1870 fino alla fotografia moderna a colori del 1935, le immagini prodotte con tecnica fotografica erano in bianco e nero. Il mondo di allora è stato raccontato tutto in tonalità di grigio. Continua a leggere …